Milano, 16 giugno 2016 – La Carta, presentata oggi a Milano, sintetizza in sei punti gli specifici bisogni relazionali del bambino malato e i relativi comportamenti atti a soddisfarli, nella convinzione che la “relazione” sia da considerarsi a tutti gli effetti un atto medico.
Il documento, che fa seguito all’omonimo Convegno è il frutto di un lavoro condiviso e partecipato di oltre 100 tra medici, psicanalisti, sociologi, giornalisti e ricercatori.

L’obiettivo della Carta è di aiutare il personale sanitario nel difficile compito di relazionarsi a un bimbo malato grave e alla sua famiglia.

Il documento è stato sottoscritto ufficialmente tra gli altri da Eugenio Borgna, psichiatra e scrittore, Ferruccio De Bortoli, presidente Vidas e giornalista, Enrico Finzi, ricercatore e sociologo, Alberto Giannini, responsabile Terapia intensiva pediatrica Ospedale Maggiore Policlinico, Sergio Harari, medico ed editorialista, Momcilo Jankovic, responsabile U.O Day Hospital di Ematologia Pediatrica, Michele Oldani, sociologo e psicanalista, sarà proposta ai Reparti di Pediatria degli ospedali italiani perché la adottino.

Per leggere e scaricare il Programma dell’Evento >>>>>

Per leggere e scaricare la Carta >>>>>

Per leggere e scaricare gli Atti della Presentazione >>>>>

Per sottoscrivere la Carta, la preghiamo di compilare i campi sottostanti:

Condividi

facebook twitter email stampa